martedì 21 febbraio 2012

Iditarod 2012 - Si parte

"Spesso quando si va verso l'ignoto si ha paura .
La paura e l'entusiasmo lottano lealmente ad armi pari in questi giorni e io so gia' cosa voglio far prevalere.
Nessuna umiliazione per il sentimento sconfitto:
perdera' una battaglia ma restera' integro per la prossima sfida" (D.S.)

Ci siamo ..il momento della partenza e' arrivato, inesorabile e anche doloroso.Il distacco dalla realta' certa  e sicura del quotidiano e' per me sempre una questione di emozioni forti.Dover salutare il mio adorato Occhitristi , che sta combattendo una malattia troppo piu' grande di lui, mi fa stare male e mi rende cosi'fragile....ma fra poco ci siamo....fra qualche ora avremo il volo che , via Amsterdam e Minneapolis, ci condurra' ad Anchorage , all'inizio di una nuova, grande e splendida avventura.
E sono sicura che  anche questa volta sara' un'esperienza unica ed incredibile.
Insomma sono proprio "fatta strana", un "fritto misto" di emozioni contrastanti.
In queste ore di "vigilia" voglio solo dire un grazie di cuore  a tutti coloro che hanno creduto in me.

Grazie a..

a Darren Crisp per aver creato la bici che sara' la mia vela, il mio albero, il mio timone...

ad Accapi nella persona di Sabrina  e del suo staff per il materiale fornitoci..ci proteggera'...

a Waridi per il progetto e il lavoro sulla lampada....

a Ride to Finish per condividere con noi un sogno....

a Correre e' salute:amici siete pronti?

a Barbara perche' la fatica  che vivro' vorrei servisse ad alleviare  e a rendere meno dura la battaglia  e piu' vicina la  vittoria contro il male...

al mio Occhitristi : tieni duro!!!!

a Maddalena per il "sostegno domiciliare" durante la mia assenza  e per molto di piu'..

a mio papa' che non mi saluta mai quando parto

al mio brother  Gianni e ad Elena per la buona novella

a Ily perche' gli ostacoli scompaiano presto dal cammino del quotidiano

alla Chicca e al nostro mondo felino

a tutti i singlespeeders  perche' monomarcia e' bello

a tutti gli amici da cui ricevo in dono buone energie e tanto affetto

e infine , ma non per ultimo,

a Seba  per l'infinita pazienza e dolcezza che mi dona.

Saro' forte per voi.





6 commenti:

  1. Non serve frequentarsi assiduamente per conoscere una persona. Ti ho vista la prima volta al giro di Lombardia di ...dieci anni fa? mah, quando chiedesti di aggregarti al ns gruppo ( Angela & C ) Non abbiamo mai parlato intensamente ma intensa è la mia sensazione di condividere certe emozioni con te e Seba, su cosa ma soprattutto come fate i vs "giri". Vero è che non serve andare lontano con il corpo per essere dei viaggiatori veri e io non ho di certo fatto dei viaggi ecclatanti ma basta essere "in giro" almeno con la mente che il corpo segue a ruota. Metaforicamente sarò con voi perché sento il vostro viaggio e anche se non avremo modo di parlarci in seguito saprò di certo che le emozioni che io sentirò non saranno che poca cosa a quelle che avrete provato voi là in mezzo alle radure, al freddo fuori ma "dentro" con una emozione incontrollabile e successivamente incredibile!
    Buon viaggio veramente di cuore!

    RispondiElimina
  2. UN immenso in bocca al lupo.
    Sono convinto che per aver la forza di affrontare viaggi simili bisogna aver tanto da dare, di conseguenza avere un cuore grande per ricevere tutto quello che può' dare l'Alaska.. Non ci conosciamo bene, ma so che siete due persone buone e grandi!! Buon viaggio!!! Massimo BS

    RispondiElimina
  3. Un grande viaggio interiore alla ricerca dell'oltre....alè Ausi&Seba

    RispondiElimina
  4. Ti seguo!!!in bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  5. vi ho sentito raccontare le vostre avventure in Alaska alla Stazione delle Biciclette di S. Donato: Just be careful and don't make the moose angry !

    RispondiElimina
  6. .........andate piano !

    Bye Chicco

    RispondiElimina